Blog Post

come rifiutare invito ad un matrimonio

Come rifiutare un invito ad un matrimonio?

Come rifiutare un invito ad un matrimonio?

Rifiutare un invito è una cosa difficile, quando si tratta di un invito ad un matrimonio questo diventa ancora più complesso.
Di seguito elenchiamo 5 modi eleganti per farlo senza offendere gli sposi.

Può capitare a tutti di ricevere un invito ad un matrimonio a cui non si potrà partecipare, le motivazioni possono essere le più svariate, impegni nella data fissata per il matrimonio, problemi di salute o altro. Ci sono poi altri casi in cui non si vuole partecipare, gli sposi non sono persone gradite, si hanno problemi economici e via dicendo. Come possiamo rifiutare l’invito senza offendere gli sposi?

 

1. Rispondere all’invito senza lasciar trascorrere troppo tempo

Rispondere è un gesto elegante e rispettoso nei confronti di chi vi invia l’invito al suo matrimonio, bisogna rispondere anche se non si parteciperà. Bisognerà rispondere in breve tempo spiegando le ragioni per le quali vi è impossibile recarvi al loro matrimonio.

2. Invitare gli sposi a casa

Essere in buoni rapporti con la coppia che vi invita al matrimonio è sempre meglio, per evitare di rovinare i rapporti non andando al loro matrimonio si può invitare la coppia a casa. Si può ospitare la coppia a casa propria organizzando una cena, anche un ristorante è consigliato però dovrete offrire voi il pasto. Così facendo si creerà un contesto amichevole nel quale potrete esporre alla coppia le motivazioni che vi impediscono di essere liberi in quella giornata così importante per loro. Così facendo potrete dimostrare quanto siete dispiaciuti per la situazione.

3. Essere formali

Se vivete lontani e sapete già di non poter tornare a casa per le nozze a cui siete stati invitati, fate recapitare a casa dei futuri sposi (o nella casa di famiglia di uno dei due) un mazzo di fiori corredato di un elegante bigliettino. In esso dovrete chiamare a rapporto tutte vostre doti di copywriter per concentrare in poche righe il ringraziamento per l’invito, il dispiaciuto rifiuto dello stesso e un sentito augurio per il futuro. Potete usare questo stesso metodo per negarvi a un invito scomodo, anche se vivete nella stessa città dei due nubendi…e ricordate: non dovrete in nessun caso giustificare il motivo della vostra assenza.

4. Comunicarlo via messaggeria istantanea

Oggigiorno la tecnologia è fondamentale per tutti: supporterà la sposa nella ricerca degli abiti da sposa 2018 e aiuterà voi a dirle “ops, non potrò vederlo dal vivo”. Scherzi a parte, anche con i mezzi digitali è bene curare la forma del messaggio: che si tratti di una mail, di un sms o di una chat sullo smartphone, fate in modo che la comunicazione sia coerente con il contesto e che le vostre parole di rifiuto siano delicate e accurate. Usare Whatsapp non è la scelta più elegante, ma d’altro canto può capitarvi di dover rispondere alla domanda diretta “quindi ci sarai?” durante una conversazione: mentire sarebbe ancora peggio. Una mail è la soluzione tecnologica migliore, specialmente se la partecipazione di matrimonio originale che avete ricevuto era in formato digitale.

5. Scrivere una lettera

Cosa c’è di più elegante di una lettera scritta a mano? Se siete abili con la scrittura, allora la soluzione migliore per rifiutare un invito a nozze è quella di far parlare le parole… nero su bianco. I vantaggi di questo mezzo di comunicazione sono rappresentati dal fatto che avrete una grande libertà di strutturare il discorso come preferite, con moltissimo spazio per spiegare le motivazioni della vostra mancata presenza al matrimonio. Ricordatevi di aggiungere una parte in cui dimostrate la vostra stima verso la coppia, attraverso frasi d’amore dedicate ai vostri amici.